MasoBio Majoni

La storia del nuovo maso.

La progettazione è iniziata nel lontano 2007 ed è stata completata nel 2021, dopo tre anni di costruzione. Il vantaggio di questo tempo involontariamente lungo, tuttavia, era che la questione poteva essere ben preparata, a partire dall'indagine radiestesica del sito per costruire il maso su un posto "buono".

BioMaso Majoni
BioMaso Majoni
BioMaso Majoni
BioMaso Majoni

Le fondamenta della casa d'abitazione sono state costruite come fondazioni a strisce, piuttosto che come lastre di fondazione, in modo che il campo magnetico naturale terrestre fosse disturbato il meno possibile. In questa zona interrata, fino alla sommità del terreno, è stato usato pragmaticamente un isolamento sintetico, mentre il resto della casa, invece è stato costruito interamente nell'eccellente qualità Thoma Holz100.

Questo standard è stato ottimizzato sia con un isolamento esterno supplementare di pannelli in fibra di legno, sia applicando, per quanto possibile per le nostre latitudini, l'idea "Vastu" nell’edificazione. Vastu è l'equivalente indiano del Feng Shui e comprende anche l'orientamento dell'edificio e la disposizione delle aree interne. Per esempio, le scale sono in linea retta e sono composte da 17 gradini, un numero ottimale.

Tutto il lavoro è stato pianificato e completato da artigiani locali. Solo l'azienda Thoma ha sede a Sankt Johann im Pongau (Austria). A loro tutti un grande GRAZIE per l'ottima fattura, ma lo stesso vale soprattutto per il sostegno materiale e l'incoraggiamento di innumerevoli amici e conoscenti, senza i quali non sarebbe mai stato possibile creare e ultimare questo meraviglioso progetto.

Agricoltura

Agricoltura
Agricoltura
Agricoltura
Agricoltura

Il maso comprende ca. 3 ett. di campi e ca. 3 ett. di bosco produttivo e questa agricoltura viene lavorata dal  proprietario Robert Schwärzer dal lontano anno 1982 in maniera biologica. Ciò vuol dire per esempio, che d’allora, come primo agricoltore a Dobbiaco, Robert per i suoi campi confida solamente sul concime prodotto dai suoi animali.

Attualmente in stalla si trovano 7 bovini femmine, giovane e vecchie, che Robert accudisce 2 volte al giorno. Gli animali si possono muovere liberamente tra la stalla e il recinto a terrazza e forse anche loro si godono il panorama. PoteTe fare una visita a Robert mentre svolge il lavoro in stalla e porgli volentieri altre domande sull´agricoltura.